Psicosi invisibili

È sempre più frequente ricevere domande di cura, all’interno di strutture pubbliche o dei propri studi professionali, da parte di persone la cui sofferenza psichica risulta difficilmente comprensibile attraverso le tradizionali categorie diagnostiche. La teoria psicoanalitica da molti anni si interroga su queste situazioni cliniche considerate, un tempo, ‘inclassificabili’. L’elaborazione dei concetti di stato limite, di borderline, di personalità narcisistiche e, ultimamente, di disturbo bipolare rappresenta il tentativo di comprendere una fenomenologia sintomatica tanto diffusa quanto, a volte, indecifrabile. È noto che una vasta e accreditata letteratura psicoanalitica interpreta questi fenomeni sintomatici come manifestazioni psicopatologiche di psicosi sottostanti, ma silenti e invisibili. Il testo intende indagare questo importante e attuale ambito della clinica, attraverso lo studio e l’approfondimento delle teorie maggiormente riconosciute e una rigorosa riflessione sulle possibilità e modalità di trattamento.

Introduzione di Eva Delmonte e Cristian Muscelli.
Contributi di Franco Lolli, Marco Francesconi, Matteo Bonazzi ed Emanuela Mundo.

I capitoli sono disponibili anche singolarmente a questo link.

Autore: Eva Delmonte e Cristian Muscelli (a cura di)
Editore: Litorale
Anno di pubblicazione: 2023
Dettagli: 104 pagine, digitale

Acquista qui