Acting out e passaggio all’atto

Nel 1914 Sigmund Freud pubblicò Ricordare, ripetere e rielaborare, un saggio fondamentale che pose fine all’epoca inaugurale della psicoanalisi, l’epoca segnata dall’entusiasmo per l’invenzione di un metodo di cura rivoluzionario, inedito, innovativo, basato sull’efficacia terapeutica della parola. In questo senso, il 1914 può essere considerato un anno di svolta: la potenza della talking cure venne clamorosamente ridimensionata dalle osservazioni cliniche che mettevano in primo piano la tendenza dell’analizzante a ripetere piuttosto che a ricordare, ad agire piuttosto che a parlare. Di questa spinta all’atto, la psicopatologia contemporanea presenta una molteplicità di forme che, in alcuni casi, sfidano le possibilità stesse dell’analisi: acting out, coazioni a ripetere e disregolazione emotiva e comportamentale caratterizzano e corrodono percorsi di cura con pazienti che ci appaiono sempre meno capaci di ‘mettere in parola’. Sarà, dunque, la centralità della dimensione dell’atto nel processo analitico l’oggetto di studio del Corso. Attraverso le tre relazioni teoriche e il commento dei casi presentati, saranno approfondite le più importanti questioni teoriche e cliniche implicate nei diversi fenomeni del passaggio all’atto e dell’acting out.

Introduzione di Anna Zanon.
Contributi di Domenico Cosenza, Emanuela Mundo, Franco Lolli.

I capitoli sono disponibili anche singolarmente a questo link.

Autore: Anna Zanon (a cura di)
Editore: Litorale
Anno di pubblicazione: 2024
Dettagli: 82 pagine, digitale

Acquista qui

Là fuori. La filosofia e il reale

La filosofia comincia “là fuori”, aprendo porte e finestre. Sempre più spesso il nostro tempo ci mette di fronte ad eventi collettivi traumatici, come la

Autore: Daniela Angelucci
Editore: Ombre corte
Anno di pubblicazione: 2023
Dettagli: 196 pagine, brossurato
Codice a barre / EAN: 9788869482694
Codice ISBN-10: 8869482693
Codice ISBN-13: 9788869482694

The End of Analysis

Libro in lingua inglese, non ancora tradotto in italianoQuesto libro interroga il “fine dell’analisi” nel pensiero psicoanalitico da Freud a Lacan. Dimostra che le nozioni

Autore: Mohamed Tal
Editore: Palgrave Macmillan
Anno di pubblicazione: 2023
Dettagli: 143 pagine, brossurato
Codice a barre / EAN: 9783031298899
Codice ISBN-13: 9783031298882

Psicosi invisibili

È sempre più frequente ricevere domande di cura, all’interno di strutture pubbliche o dei propri studi professionali, da parte di persone la cui sofferenza psichica risulta difficilmente comprensibile attraverso le tradizionali categorie diagnostiche. La teoria psicoanalitica da molti anni si interroga su queste situazioni cliniche considerate, un tempo, ‘inclassificabili’. L’elaborazione dei concetti di stato limite, di borderline, di personalità narcisistiche e, ultimamente, di disturbo bipolare rappresenta il tentativo di comprendere una fenomenologia sintomatica tanto diffusa quanto, a volte, indecifrabile. È noto che una vasta e accreditata letteratura psicoanalitica interpreta questi fenomeni sintomatici come manifestazioni psicopatologiche di psicosi sottostanti, ma silenti e invisibili. Il testo intende indagare questo importante e attuale ambito della clinica, attraverso lo studio e l’approfondimento delle teorie maggiormente riconosciute e una rigorosa riflessione sulle possibilità e modalità di trattamento.

Introduzione di Eva Delmonte e Cristian Muscelli.
Contributi di Franco Lolli, Marco Francesconi, Matteo Bonazzi ed Emanuela Mundo.

I capitoli sono disponibili anche singolarmente a questo link.

Autore: Eva Delmonte e Cristian Muscelli (a cura di)
Editore: Litorale
Anno di pubblicazione: 2023
Dettagli: 104 pagine, digitale

Acquista qui